“Ciao, sono Garatto Laura e sono nata ad Alessandria il 9 Febbraio 1972.
La mia vita è stata per circa 42 anni come annebbiata, vissuta nell’ombra, con un senso continuo di inferiorità e di umiliazione che subivo dentro di me e che continuava ad imporsi nel corso della mia esistenza. Il mio corpo poteva essere accettabile e anche il mio viso, ma non quando sorride- vo. Tutto andava ad offuscare la mia intera personalità. Ironia della sorte, ho lavorato per 13 anni in uno studio medico dentistico quindi la mia psiche tutti i giorni era sottoposta ad una dura prova. Non ho mai voluto fare nulla perché all’epoca le faccette non erano così perfette e all’avan- guardia come oggi, e l’idea di farmi limare i denti per protesizzarli non mi esaltava molto anche perché i miei denti erano abbastanza sani ma orribili alla vista. Erano neri, a causa dell’assunzione della tetraciclina, antibiotico che ho assunto per molto tempo da piccola. Un giorno, grazie alla mia mamma e alla mia zia, pazienti del Dott. Ferraris, mi decisi a fare una visita per l’eventuale lavoro di posizionamento faccette. Io, seppur sempre molto scettica, sono stata quasi rapita dall’entusiasmo che il Dott. Ferraris mi trasmise e, riponendo la mia fiducia in lui, mi sono lasciata trasportare mettendo la mia bocca nelle sue mani. È stato un lavoro lungo, difficoltoso e di una precisione assurda che mi ha portato ad avere una bocca splendida e naturalissima. Chi mi conosce ora non sospetta minimamente che io abbia delle faccette, talmente sono perfette e naturali. Io a poco a poco ho riacquistato fiducia perché non è stato facile anche per me abituarmi a vedermi dei denti bianchi e a non mettermi più la mano davanti alla bocca quando ridevo. Sono rinata, anche se in età un po’ cresciuta e devo solo ringraziare Federico e la sua équipe che mi hanno accompagnato in questo percorso sostenendomi in tutti i modi e facendomi sentire bella. Sì, diciamo che la parola è molto semplice ma racchiude tutto quello che provo e sento. Io lavoro nel sociale, sono un coordinatore OSS in una grossa struttura in Alessandria e sentirsi tutti i giorni sicura del proprio essere mi fa sentire una persona migliore e mi fa affrontare meglio le difficoltà del lavoro. Non ho parole per ringraziare Federico, Francesca e tutte le ragazze perchè con la loro tranquillità, la loro preparazione e con la loro umiltà mi hanno ridato un pezzo grosso della mia vita ed è per questo che non smetterò mai di essere grata a tutti loro. Grazie veramente di cuore!”